Festival
04/09/2022 18:30

Auditorium Melotti, Rovereto

Lamenta

Koen Augustijnen e Rosalba Torres Guerrero | Cie Siamese

Prima nazionale

Lamenta, Koen Augustijnen e Rosalba Torres Guerrero | ph Heloise Faure

In tutte le culture esistono rituali di addio: piangere le nostre perdite e condividere il dolore con la comunità ci rende capaci di superarle. Da sempre danze e canti hanno un ruolo centrale nei riti di passaggio, in particolare delle culture mediterranee.

É così per i miroloi dell'Epiro, canti greci di lutto che non vengono usati solo ai funerali, ma anche quando qualcuno lascia la famiglia per sposarsi o emigrare, e che sono la fonte di ispirazione di Lamenta, che arriva a Rovereto dopo essere stato presentato lo scorso anno al Festival di Avignone.

Dopo essere stati folgorati dalla fusione di questi canti con sonorità moderne, i coreografi Koen Augustijnen e Rosalba Torres Guerrero, hanno raccolto musicisti da tutta Europa ad accompagnare la potente voce di Xanthoula Dakovanou per un revival del miroloi che scivola verso forme musicali influenzate dal post-rock e dal jazz. Maestri nel tradurre le emozioni nei corpi in movimento, i due coreografi insieme ai nove talentuosi danzatori in scena e a sedici musicisti, esplorano la fusione tra tradizione e creazione contemporanea.

In Lamenta, coreografia riuscita e molto applaudita, colpisce il lavoro corale e il ritmo incessante.

- Katia Tamburello, Caos Cultura

Clicca qui per approfondire.

Lamenta

Concept e Coreografia Koen Augustijnen e Rosalba Torres Guerrero
In collaborazione con i danzatori Lamprini Gkolia, Christiana Kosiari, Konstantinos Chairetis, Petrina Giannakou, Dafni Stathatou, Athina Kyrousi, Taxiarchis Vasilakos, Alexandros Stavropoulos, Spyridon ‘Stak’ Christakis
Direzione artistica musicale Xanthoula Dakovanou
Musica Magic Malik (flauto e voce), Nikos Filippidis (clarinetto), Kleon Andoniou (chitarra elettrica, voce), Solis Barkis (percussioni), Dimitris Brendas (clarinetto, kaval), Xanthoula Dakovanou (voce), Lefkothea Filippidi (voce), Kostas Filippidis (liuto), Stefanos Filos (violino), Avgerini Gatsi (voce), Panagiotis Katsikiotis (tamburi), Dimitris Katsoulis (violino), Ourania Lampropoulou (santour), Antonis Maratos (basso elettrico, double bass), Alexandros Rizopoulos (percussioni, voce), Thanassis Tzinas (voce)
Drammaturgia Georgina Kakoudaki e Guy Cools
Soundscape Sam Serruys
Luci Begoña Garcia Navas
Costumi Peggy Housset
Direzione tecnica, luci e suoni Michel Delvigne
Direzione finanziaria Herwig Onghena
Amministrazione, produzione e tour management Nicole Petit
Produzione Siamese Cie - Koen Augustijnen & Rosalba Torres Guerrero
Coproduzione Athens e Epidaurus Festival, Festival d’Avignon, La Comédie de Clermont-Ferrand - scène nationale, Les Théâtres de la Ville de Luxembourg, La Villette Paris, Charleroi Danse, Arsenal Cité musicale-Metz, Le Manège Maubeuge, Théâtre Paul Eluard (TPE), Bezons, scène conventionnée d’intérêt national/art et création - danse, Le Maillon Strasbourg, POLE-SUD, Centre de Développement Chorégraphique National Strasbourg, Ruhrfestspiele Recklinghausen, MARS Mons Arts de la Scène & Duncan Dance Research Center Athens
Supportato da Belgian Tax Shelter, la città di Gent, Fondazione Caritro
Distribuzione ART HAPPENS - Sarah De Ganck

Durata 70'


Il progetto è sostenuto da Fondazione Caritro. Cassa di risparmio di Trento e Rovereto